Come Pulire il Materasso

Scritto da Staff CasaSemplice in: Suggerimenti e consigli , Articoli recenti , Pulizie

Come Pulire il Materasso

Sono  il capitano di una nave meravigliosa che solca i mari più belli del mondo, sento quasi gli spruzzi di acqua salata sulla faccia e….. Apro gli occhi, stavo sognando!!! L’acqua che sentivo è semplicemente il mio sudore “salato” che cola dalla fronte per finire sul collo e sul letto, visto i miei 30° in casa.

Sconfortato dalla realtà mi muovo nel letto e non sento altro che bagnato, si ho fatto un laghetto..!!! Scivolo dal letto umido come una anguilla e penso: adesso devo assolutamente dargli una rinfrescata e una bella igienizzata.  Sai come si fa?

No problem! Sono un grande esperto di pulizia di materassi da quando mi sono classificato 3° al campionato mondiale di sudore, preceduto solo da una salamandra e da Peppa Pig! 

A parte le battute, sappiate che sul letto trascorriamo circa un terzo della nostra vita, quindi è fondamentale, per la nostra salute, mantenerlo in piena efficienza anche per garantirgli una lunga vita.

Cosa ci occorre per una buona pulizia del materasso?

  • ASPIRAPOLVERE
  • SPAZZOLE e BATTIPANNI
  • BICARBONATO
  • ACETO,LIMONE
  • ACARICIDA SPRAY

 

Questi sono i prodotti che ci servono per l’igiene del materasso, ma non dimenticate anche tutte le altre parti come i cuscini, le lenzuola e la struttura stessa per una igiene ottimale.

Avete tutto il necessario? Bene!! Allora partiamo con il coprimaterasso lavandolo in lavatrice con detersivi disinfettanti; se è di cotone basterà lavarlo ad una temperatura di 60°, ma se si vuole essere tranquilli e ottenere una igienizzazione al top portate la temperatura del lavaggio a 90°.

Dopo averlo accuratamente asciugato stiratelo perché questo procedimento a caldo garantisce una ulteriore sterilizzazione.

Mentre il copriletto asciuga, e anche molto in fretta nei mesi estivi, continuiamo con la pulizia del letto dedicandoci alle cuciture del materasso, luogo insospettabile ma vero e proprio sollazzo per gli ACARI e per la SPORCIZIA.

Fatto questo tocca alla STRUTTURA DEL LETTO, anche qui prestiamo particolare attenzione perché nelle parti nascoste si possono annidare piccolissimi insetti che sicuramente non facevano parte del letto quando lo abbiamo acquistato!

Bene!! Ed ora via con il MATERASSO.

Se è possibile portiamo il materasso all’esterno e sbattiamolo energicamente con un battipanni, in alternativa va bene anche il manico di una scopa. Possiamo in alternativa utilizzare anche l’aspirapolvere passandolo su tutta la superficie del materasso e ottenendo più o meno lo stesso risultato; attenzione non dimentichiamoci dell’altro lato del letto, quello ribaltato tanto per intenderci e di tutte le parti laterali.

Se possedete un aspirapolvere con getto di vapore il risultato sarà eccelso poiché garantisce una maggiore pulizia neutralizzando tutti gli acari presenti.

Tenere all’aperto il materasso è la soluzione ottimale poiché l’esposizione all’aria per un’intera giornata consente la traspirazione dei tessuti con relativa dispersione degli odori che, specialmente per chi fuma, non è poco. Questa operazione è buona norma ripeterla almeno ad ogni cambio di stagione.

Ma se non abbiamo uno spazio esterno disponibile niente paura, un modo veloce, efficace e pratico per disinfettare il materasso e rimuovere tutti gli odori è quello di cospargere del bicarbonato di sodio in polvere su tutti i lati e lasciare agire per una intera giornata. Il giorno seguente il materasso va sbattuto energicamente, ripulito con cura passando l’aspirapolvere e successivamente ben spazzolato per levare tutti i residui, soprattutto lungo le cuciture.

Se il materasso presenta delle sgradevolissime macchie, possiamo agire anche qui in maniera mirata a seconda della loro composizione.

Le macchie di sangue vengono trattate con acqua fredda e acqua ossigenata, lasciando del tempo a questo composto di agire per bene.

Le macchie di urina per primissima cosa vanno assorbite con della carta assorbente, poi lavate con acqua e sapone. Per cercare di levare anche l’odore bisogna preparare una miscela di limone ed aceto bianco e strofinare con vero e proprio olio di gomito.

La muffa invece va trattata obbligatoriamente con un vaporizzatore, questo permette di scioglierla quindi andremo a tamponarla con un panno imbevuto di candeggina. Fate molta attenzione ad usare la candeggina perché come è ben noto questa tende a scolorire.

Per qualsiasi procedimento che preveda di bagnare il materasso il consiglio è un ultimo giro con il phon nelle parti ancora umide, per non far penetrare nulla che possa danneggiare il materasso.

Per chi soffrisse di allergia agli acari e soprattutto alle loro feci che contengono allergeni, si possono comprare in farmacia prodotti appositi.

Ne esistono diversi; uno di questi è una bomboletta spray contenente una schiuma acaricida che viene applicata sul materasso, lasciata agire per ¾ ore, quindi rimossa con un battipanni; in modo davvero rapido potrete sbarazzarvi del problema e riposare in tranquillità sul vostro materasso pulito e disinfettato.

Detto questo non preoccupatevi più di niente … sapete come fare sogni puliti….

Menù Rubriche

Tags

trasloco / sicurezza / serramenti / ristrutturazione interna / elettrodomestici / arredamento / giardinaggio / addobbi e fai da te / normative / idraulica / pulizie in casa / detrazioni / progettazione d'interni / pavimenti / tinteggiatura / lagrandeoccasione.it / eventi / impianti di condizionamento / design / impiantistica / pulizie in casa / serramenti / / consigli utili / promozioni /