Scegliere i Pavimenti

Scritto da Valeria in: Suggerimenti e consigli , News , Edilizia

Scegliere i Pavimenti

Buongiorno a tutti, oggi abbiamo deciso di dedicare questo spazio alla scelta dei pavimenti. Se quindi state ristrutturando la vostra casa o vi state preparando a fare dei lavori, eccoci pronti a darvi qualche informazione e magari qualche buona idea per scegliere il pavimento giusto per le vostre esigenze.

Va da sé che la vostra scelta è bene sia guidata da un principio estetico ben coniugato con le vostre esigenze di utilizzo e praticità. 

Sarà importante valutare per quale ambiente della casa state scegliendo la pavimentazione, se la vostra casa è dotata di riscaldamento a terra, se avete necessità particolari in termini di isolamento acustico e su quale superficie verranno posati. 

Ma andiamo con ordine e cominciamo a vedere insieme quali tipologie di materiali possiamo prendere in considerazione.

I pavimenti in gres porcellanato; il gres porcellanato è una ceramica a pasta dura e compatta, non porosa e colorata. Il termine “gres” si riferisce ad una delle caratteristiche principali di questa tipologia di materiale, ovvero la sua elevata compattezza alla quale deve la sua eccezionale resistenza. I pavimenti in gres sono dotati di una straordinaria versatilità, sono adatti a qualsiasi tipo di ambiente, sono altamente resistenti, durevoli e igienicamente altamente gestibili. Le diverse lavorazioni sulla finitura superficiale consentono di ottenere mattonelle completamente lisce e lucide, oppure superfici ruvide e grezze che conferiscono agli ambienti un aspetto rustico. Il gres porcellanato è un materiale egualmente utilizzabile sia per pavimentazioni interne che esterne, di norma per gli esterni vengono utilizzate solo le finiture grezze che garantiscono una perfetta aderenza della pavimentazione anche in presenza di acqua e umidità. Questa tipologia di pavimento è assolutamente adatta ad immobili con riscaldamento a pavimento, in forza della sua elevata conducibilità termica. Infine se volete posare un gres porcellanato su un pavimento già esistente potete optare per mattonelle di spessore minimo, sempre con la garanzia di un'ottima riuscita. 

I pavimenti in laminato: sono pavimentazioni che per estetica si avvicinano al parquet in legno, poiché in superficie sono ricoperti da uno strato, lamina,  in legno. Sono ottenuti attraverso un processo chiamato pressofusione, durante il quale pannelli di diversi materiali impregnati di resine termoindurenti vengono pressati insieme. Ci sono due diverse tipologie di pavimenti in laminato che differiscono proprio a seconda del tipo di pressatura eseguita durante la loro realizzazione: l’HPL realizzato con un procedimento di pressature in due tempi che garantisce una notevole compattezza degli elementi e dunque un’elevata stabilità del pavimento; e il DPL  realizzato con un procedimento di pressatura unico, più economico in fase di acquisto ma anche meno resistente del precedente. A seconda dell’ambiente e dunque dell’utilizzo cui è destinato varia lo spessore consigliato del laminato. Uno spessore più consistente avrà caratteristiche di resistenza e durevolezza più importanti e un costo più elevato; per darvi un indicazione uno spessore minimo si considera intorno ai 6 mm, un intermedio fra i 7/8 mm, a partire dai 10 mm lo spessore si fa più consistente e il prezzo si aggira intorno a quello di un parquet economico. 

Si tratta di pavimenti ecologici, perché totalmente riciclabili, pratici e di facile installazione, sono attualmente disponibili in una molteplice varietà di colori, forme e finiture. Adatti a qualsiasi tipo di ambiente e superficie, si puliscono senza difficoltà con prodotti dedicati all’igiene della casa, di uso comune. Belli da vedere e facili da gestire hanno una buona resistenza, consigliabili non solo per la pavimentazione di abitazioni, ma anche per gli esercizi pubblici, le aree espositive e gli uffici. Il costo contenuto completa il quadro di un prodotto  sul quale vale la pena riflettere.Nessun problema in caso di riscaldamento a pavimento

I pavimenti in legno o parquet, hanno un calore e un fascino che non necessita di presentazione. Esistono diverse tipologie di legno che possono essere impiegate per le pavimentazioni, così come sono disponibili varianti di colore in grado di spaziare con grande dovizia dal molto chiaro allo scuro più forte. Se state valutando la posa di un parquet è molto importante consultare un professionista del settore e valutare sulla base del fondo sul quale andrà posato e sulle caratteristiche dell’alloggio, sia la qualità del legno da impiegare che lo spessore dei listelli. Avvaletevi inoltre della consulenza del posatore per valutare se sia più opportuna la posa flottante o la posa incollata.  Dal vostro gusto dipenderanno invece la larghezza delle tavole impiegate e la direzione di posa, diritta, in trasversale o con inserti; tenete comunque presente l’ampiezza delle superfici in questione, se si tratta di un ambiente piuttosto ampio fatevi guidare esclusivamente dal vostro gusto, se viceversa pavimentate un ambiente di metratura più contenuta,  i listelli piccoli posati in trasversale conferiranno all'ambiente maggior spazio. Avere i pavimenti in parquet sicuramente vi richiederà qualche attenzione in più nella cura della casa, più attenzione, rispetto ad un pavimento normale,  per non graffiarlo (mi raccomando feltrini sotto i mobili), l’impiego di prodotti specifici per mantenere il legno non solo pulito ma anche in salute, l’attenzione all’esposizione diretta alla luce che può provocare variazioni nel colore; di contro tuttavia vi regalerà tutto il calore di una superficie naturale e accogliente, assolutamente da provare scalzi! Infine se il vostro amore per il legno è tale da valutare questa pavimentazione per ogni ambiente della casa, cucina e bagni inclusi, ricordate che, sebbene con maggiore attenzione, attualmente il legno viene lavorato in modo adeguato per essere impiegato in ogni ambiente della casa. In caso di riscaldamento a pavimento attenzione, il vostro parquet dovrà avere alcune caratteristiche:

  • scegliete un legno con alta resistenza ai cambiamenti termici, come il teak
  • scegliete listarelle con dimensioni ridotte in modo da eliminare le fessure fra i diversi elementi
  • prevedete l'utilizzo di colle ad elevato grado di elasticità per supportare la dilatazione del legno
  • attenzione alle tipologie galleggianti solo alcune possono essere impiegate, è indispensabile il consiglio di un esperto.  

 

I pavimenti in cotto; questo materiale di antico utilizzo era in origine impiegato come pavimentazione nelle abitazioni più umili. Già da anni è riconosciuto come un materiale di alto pregio, con caratteristiche indiscutibili di resistenza ed eleganza tali da conferire già di per sé,  uno stile del tutto particolare ad un ambiente. Il cotto è un materiale assolutamente durevole che adeguatamente trattato, con prodotti specifici, acquisisce nel tempo un fascino crescente. Si adatta in maniera efficace a tutti gli ambienti e a scelte d’arredo differenti, anche spiccatamente moderne ed essenziali. E’ necessario ricordare che si tratta di un materiale poroso, incline dunque ad assorbire i liquidi che accidentalmente possono cadere, soggetto a macchiarsi specie in presenza di liquidi oleosi. Va detto però che esistono in commercio sostanze specifiche per l’impermeabilizzazione che aiutano a prevenire questo tipo di problematiche, oltre alla cura e all'attenzione che siamo certi riserverete al vostro pavimento. Nessun problema in caso di riscaldamento a pavimento

I pavimenti in marmo; materiale molto impiegato specialmente fra gli anni 70 e gli anni 80 è attualmente utilizzato normalmente all'interno di immobili con grandi metrature. Il marmo è un materiale assolutamente prezioso, disponibile con colori e venature che spaziano dalle tonalità più chiare a quelle scure, dotato naturalmente di grande lucentezza che riversa nell'ambiente. Forte e resistente necessita però di prodotti non solo per la pulizia ma anche per la lucidatura, ricordate infatti che il marmo se non ben lucidato si opacizza risultando esteticamente poco gradevole. Nessun problema in caso di riscaldamento a pavimento

Detto questo speriamo di avervi dato qualche suggerimento utile sul quale riflettere e qualche elemento in più per poter scegliere.

A presto. 

Menù Rubriche

Tags

trasloco / sicurezza / serramenti / ristrutturazione interna / elettrodomestici / arredamento / giardinaggio / addobbi e fai da te / normative / idraulica / pulizie in casa / detrazioni / progettazione d'interni / pavimenti / tinteggiatura / lagrandeoccasione.it / eventi / impianti di condizionamento / design / impiantistica / pulizie in casa / serramenti / / consigli utili / promozioni /