Il Bonus Energia 2015

Scritto da Valerio e Valeria in: News , Normative , Articoli recenti

Il Bonus Energia 2015

Oggi ci occupiamo del Bonus Energia 2015, ovvero della possibilità per alcune categorie di consumatori di ottenere un beneficio sul costo dell’energia elettrica. Più in dettaglio questo strumento di sostegno al reddito è dedicato alle famiglie numerose, a quelle con un basso reddito e a coloro ai quali, per problemi fisici, sono dipendenti dall’utilizzo di apparecchi elettromedicali per il mantenimento in vita.

I requisiti essenziali per ottenerlo sono:

  • Essere clienti privati, il bonus è dedicato infatti alle utenze domestiche
  • Essere unicamente intestatari  di un contrato di fornitura di energia elettrica per la propria abitazione di residenza
  • Impianti con potenza impegnata pari a:
    1. 3KW per nucleo familiare residente
    2. da  4 a 4.5KW per nucleo familiare residente superiore alle 3 persone

per condizione economica:

  • nuclei familiari con ISEE entro i 7.500,00
  • nuclei familiari con più di tre figli ed ISEE entro i 20.000,00
  • nucleo familiare comprendente una persona in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l’impiego tassativo di strumenti elettromedicali per il mantenimento in vita. In questo caso decade il vincolo della potenza dell’impianto e della residenza.

Gli importi relativi alle agevolazioni vengono quantificati in modo differente a seconda del numero dei componenti della famiglia e dalla condizione,  vale a dire:

  • nel caso del bonus per le condizioni economiche disagiate 2015:
    1. Nuclei familiari composti da 1-2 componenti vengono scontati  € 71,00
    2. Nuclei familiari composti da 3-4 componenti vengono scontati  € 90,00
    3. Nuclei familiari composti da più di 4 componenti vengono scontati  € 153,00

 

  • nel caso del bonus per le condizioni fisiche 2015:
    1. per contatori fino a 3KW, extraconsumo fino a 600KWh/anno, sconto di € 173,00
    2. per contatori fino a 3KW, extraconsumo fra 600 e 1200KWh/anno, sconto di € 286,00
    3. per contatori fino a 3KW,extraconsumo oltre i 1200KWh/anno, sconto di € 414,00
    4. per contatori da 4,5 KW,extraconsumo prima fascia sconto di € 407,00
    5. per contatori da 4,5 KW,extraconsumo seconda fascia sconto di € 515,00
    6. per contatori da 4,5 KW,extraconsumo terza fascia sconto di € 623,00

 

Per inoltrare la richiesta è necessario compilare l’apposito modulo bonus energia, (che potrete trovare/scaricare sul sito del vostro Comune o presso il Comune stesso, oppure sul sito del Ministero per lo Sviluppo Economico ) e consegnarlo presso il vostro Comune di Residenza o presso un CAF che provvederà ad inoltrarlo al vostro Comune. I moduli da presentare sono diversi a seconda delle condizioni dell’utente, in tal senso vanno compilati tutti quelli indicativi del proprio stato, quindi allegare la certificazione ISEE 2015 e il proprio documento d’identità. Il Comune ricevuta la domanda (o da vostra presentazione diretta oppure inviata dal CAF) provvederà ad inoltrare al distributore di Energia Elettrica il benestare all’elargizione del bonus.

Coloro che richiedano il bonus per disagio fisico dovranno allegare alla modulistica sopra indicata anche:

  • La comunicazione rilasciata dal proprio distributore di Energia Elettrica attestante che il proprio punto di fornitura è censito negli elenchi PESSE, ovvero nell’elenco dei punti di fornitura non interrompibili.
  • Autocertificazione attestante la tipologia degli apparecchi elettromedicali utilizzati, il tempo di utilizzo giornaliero, l’indirizzo presso il quale sono installate e la data a partire dalla quale è iniziato l’impiego delle medesime.

Per la richiesta del bonus non sono considerati validi i certificati d’invalidità civile. Coloro che non sono iscritti nell’elenco PESSE dovranno presentare in sostituzione una certificazione ASL.

Il bonus ha validità annuale; a partire da un mese antecedente la scadenza del bonus, se permangono i requisiti, si può procedere alla richiesta per l’anno successivo.  Fanno eccezione i malati gravi per i quali il bonus non ha né scadenza né interruzione alcuna; non necessitano dunque di alcun tipo di rinnovo, ma possono essere integrati se aumentano il numero di macchine impiegate.

Il bonus luce 2015 viene riconosciuto in bolletta a partire dai due mesi successivi alla presentazione della domanda e all’interno della bolletta sarà completamente documentato.  Ha totale gratuità e portabilità, se cambierete gestore dunque continuerà ad essere erogato, così come è totalmente indipendente dalla tipologia di servizio, verrà erogato sia se siete clienti del mercato libero sia se siete clienti del Maggiore Tutela. Coloro che rispondono a più di un requisito per richiedere il Bonus Luce  (es: disagio economico e disagio fisico) possono cumulare le tipologie di sostegno.  

Infine coloro che hanno diritto al Bonus Luce 2015 possono fare richiesta anche per il Bonus Gas 2015, entrambe le forme di sostegno sono infatti cumulabili.

 

Menù Rubriche

Tags

trasloco / sicurezza / serramenti / ristrutturazione interna / elettrodomestici / arredamento / giardinaggio / addobbi e fai da te / normative / idraulica / pulizie in casa / detrazioni / progettazione d'interni / pavimenti / tinteggiatura / lagrandeoccasione.it / eventi / impianti di condizionamento / design / impiantistica / pulizie in casa / serramenti / / consigli utili / promozioni /